SEZIONI NOTIZIE

Mascherine Amministrazione-Fc: donazione, consegna e fuga

di MNP Redazione
Vedi letture
Foto

La conferenza stampa indetta dall'Amministrazione comunale per procedere alla (discussa) consegna delle mascherine da parte dell'Fc Messina di Rocco Arena si apre con gli interventi istituzionali.

A prendere la parola per primo è l'assessore e vice sindaco Salvatore Mondello: "Giornata da aprire in maniera negativa perché ho la percezione che abbiamo già dimenticato lo stato di emergenza che abbiamo vissuto. Attraversando la città noto, specie nella serata di venerdì in Via I Settembre, ho notato tanti assembramenti e molti ragazzi senza mascherina, per cui prego tutti di non abbassare la guardia, altrimenti a ottobre rischiamo di ricominciare daccapo se non agiamo secondo buonsenso. Questa iniziativa di donazione da parte dell'Fc Messina si incardina in questa situazione ed è evidente che non possiamo permetterci il lusso di girarci dall'altro lato. Accettiamo ancor di più oggi queste mascherine, rispetto alla fase emergenziale, perché, ripeto, stiamo iniziando ad abbassare la guardia. C'è stata una sinergia perfetta tra le parti ed è una donazione che si incastra in maniera perfetta. Allo stesso tempo diventa un gesto simbolico per la gestione dell'emergenza, considerato che oggi è ancora più complesso andare avanti rispetto alla cosiddetta fase uno nella quale si doveva solo stare a casa. Un grazie doppio quindi all'Fc".

Segue l'assessore allo Sport, Pippo Scattareggia che, come il vice sindaco, sottolinea la situazione cittadina: "Sembra di essere tornati indietro di tre mesi, ci sono assembramenti ovunque con ragazzi senza mascherina. Un ringraziamento personale all'Fc perché le mascherine servono moltissimo, soprattutto adesso perché le persone sono tutte in giro. Stiamo attenti a quello che facciamo".

Ultimo intervento istituzionale dell'assessore alla Protezione civile, Massimiliano Minutoli: "Desidero ringraziare l'Fc perché in questi mesi abbiamo affrontato momenti delicati e abbiamo avuto difficoltà a reperire mascherine. Abbiamo cercato di farle arrivare in tutti i modi, è stata un'impresa ardua e ce l'abbiamo fatta anche grazie all'aiuto della cittadinanza che ne ha prodotte nel cosiddetto tessuto non tessuto. Non bisogna prendere questo momento alla leggera".

Parola adesso ai dirigenti del club giallorosso.
"Portiamo il saluto del presidente Arena che è in Spagna e anche lì è impegnato nella lotta a questo maledetto virus. Una donazione fatta proprio dal presidente, un gesto spontaneo rivolto alla città in un momento in cui le mascherine chirurgiche costavano 3/4 euro", ha esordito il consigliere della società, Fabio D'Amore. "Il presidente ha pensato alla città e dapprima aveva immaginato di donarle direttamente agli ospedali. Ora permetterà ai cittadini messinesi di vivere con maggiore tranquillità. Ci sono qui il capitano e il vice (Giovanni Giuffrida e Domenico Marchetti, ndr) a testimoniare come in noi ci sia voglia di calcio. La Serie D purtroppo è finita, ma noi siamo pronti alla prossima stagione, senza dimenticare il bando degli stadi sul quale stiamo già lavorando. Ripartiremo con l'Fc Messina in prima linea".

Con D'Amore anche l'ing. Franco Mento, che ha aggiunto: "Puntualizziamo ancor di più il nostro impegno per la città. L'idea di una mascherina per famiglia è per rafforzare la nostra presenza, dimostrando che noi siamo Messina. Ancor più oggi, come hanno già detto il vicesindaco e gli assessori, c'è bisogno della mascherina e di grande attenzione. Tutti abbiamo voglia di ripartire e di ricominciare. Per noi lo stop del campionato è una ferita aperta, ci stiamo proiettando alla prossima stagione, ma siamo consapevoli che tutto passa dal nostro comportamento corretto".

Vicinanza alla città, ma anche tanta voglia di ripartire: queste le sensazioni dopo le dichiarazioni degli esponenti dell'Fc Messina, presente anche con due dei giocatori più rappresentativi, il capitano Giovanni Giuffrida e il vice Domenico Marchetti che hanno regalato la maglia giallorossa autografata all'Amministrazione comunale.

Finisce qui la conferenza: alla fine, per i giornalisti, non è stato possibile fare domande ai componenti della Giunta o ai consiglieri del Football Club Messina perché i presenti al tavolo si sono immediatamente alzati e sono andati via. Le interviste sono state concesse ai giornalisti solo in separata sede.

Altre notizie
Domenica 12 luglio 2020
19:04 Acr Messina Acr Messina, accordo chiuso: Del Regno affianca Sciotto 11:37 Eccellenza Acquedolci, la prima novità è il direttore tecnico Dino Granata 11:06 Le categorie 2^-Il Riviera Nord conferma la propria casa: accordo per il "Bonanno" 10:14 Promozione Peppe Sciliberto saluta il Milazzo: "Anno positivo. Valuto altre offerte"
Sabato 11 luglio 2020
17:58 Eccellenza Igea, centrocampo eccellente: arriva anche Francesco Cardia
PUBBLICITÀ
17:55 Promozione Sporting Taormina-Sporting Atene, fusione quasi ufficiale 12:14 L'approfondimento Stadio "Franco Scoglio" non in regola. Bando in bilico?
Venerdì 10 luglio 2020
16:12 L'approfondimento Calciomercato, tempo di supercolpi: sogni e trattative sotto l'ombrellone 14:31 Eccellenza Natale Gatto saluta l'Igea: "Motivi non dipendenti dalla mia volontà" 13:30 Serie D Serie D, le date della stagione 2020/2021. In campo il 20 settembre 10:07 Avversarie Licata, accordo con il difensore Maurizio Dall'Oglio
Giovedì 09 luglio 2020
20:27 Eccellenza Igea 1946, primo colpo a centrocampo: Roberto Assenzio 20:12 Serie D Fc Messina, arriva il "dodicesimo uomo": rinnova Riccardo Aprile 18:44 Promozione Il Sinagra ricomincia dal tecnico Antonio Sardo Infirri 18:13 Le categorie 2^-Carnabuci e Frontaurea restano al Real Rocchenere 17:37 Le categorie 1^-La Duilia saluta mister Nastasi: separazione consensuale 15:31 L'approfondimento Acr-Sciotto: ora è prendere o lasciare in mezzo a mille occasioni sprecate 15:25 Acr Messina Acr, gruppo campano sempre più lontano. L'idea Lo Monaco prende quota 14:43 L'approfondimento Al via la stagione 2020/2021: tutte le date, info e scadenze 10:28 Avversarie Max Lucarelli lascia la Sicilia: accordo con l'Afragolese