Nocerina-Messina: solo due vittorie giallorosse al San Francesco

di Marco Boncoddo
articolo letto 182 volte
Foto

La terza vittoria consecutiva, maturata in virtù della rete di Ragosta contro il Portici, ha permesso al Messina di scavalcare la matricola campana e di agguantare il Gelbison al decimo posto della graduatoria. La grande rincorsa giallorossa, iniziata poco dopo l'arrivo di Giacomo Modica, ha portato i peloritani a -8 dall'Acireale, al momento quinta in classifica. L'obiettivo dei play-off, che potrebbero garantire il ripescaggio a fine stagione, appare adesso come una meta raggiungibile, anche se il calendario del girone di ritorno non si presenta semplice.

Già domenica, infatti, il Messina dovrà rendere visita alla Nocerina di Massimo Morgia, attualmente nel gruppo delle inseguitrici della capolista Troina. Lo scivolone di Vibo Valentia ha inasprito le tensioni nello spogliatoio dei molossi, chiamati alla reazione casalinga contro la compagine del presidente Sciotto. Inutile sottolineare che, per i biancoscudati, allungare la striscia di vittorie potrebbe rappresentare un'estrema iniezione di fiducia, soprattutto per la caratura dell'avversario.

Una vittoria al San Francesco d'Assisi, però, assumerebbe i contorni di un'impresa, vista la pessima tradizione del Messina sul campo dei rossoneri. In dieci incontri, infatti, i biancoscudati si sono imposti solamente due volte, raccogliendo poi tre pareggi e cinque sconfitte. La serie, iniziata nella prima divisione 1928/29, si aprì con una sconfitta di misura, terminata sul risultato di 1-0 per i padroni di casa. Per la prima vittoria, invece, bisogna attendere la stagione di serie C 1949/50, quando il Messina si impose con il risultato di 0-2: al termine di quell'anno arriverà la promozione in serie cadetta per la “giovane” ACR, nata qualche anno prima dalla fusione con il Giostra.

Dopo i primi precedenti, disputati a cavallo della seconda guerra mondiale, le due compagini si rincontreranno a metà degli anni '70 in serie C, in concomitanza degli anni d'oro della Nocerina, la quale riuscirà a conquistare la sua prima promozione in cadetteria. La seconda vittoria biancoscudata, però, arriverà solamente nella serie C/1 1984/85, quando i giallorossi s'imposero per 0-2, grazie alle reti di Caccia e Catalano.

Dopo quella vittoria, Nocerina e Messina si ritroveranno solamente nella stagione di serie C/1 2000/01, al termine della quale i giallorossi conquisteranno l'ultima promozione in serie B della loro storia. Il 25 febbraio di 17 anni fa, la squadra allenata da Carlo Florimbi impattò per 0-0 a Nocera Inferiore, perdendo terreno rispetto alla capolista Palermo, vittoriosa a Viterbo.

NOCERINA – LA SCHEDA

ANNO DI FONDAZIONE: 1910 (Rifondata nel 1988 e nel 2015)

MIGLIOR RISULTATO: 18° posto in B (1978/79)

POSIZIONE ATTUALE IN CLASSIFICA: 4° posto con 34 punti

MIGLIOR SERIE UTILE: 4 vittorie e due pareggi tra la XII e la XVII giornata

CAPOCANNONIERE: Russo (9 reti)


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI